• maxoptical

Tra canti, spettacolo e risate. Successo di pubblico per la serata “La Sicilia va in scena”

di: Elio Indelicato - del 2017-08-18

  • E alla fine dell’esibizione del Coro Doremi, il Commissario bacia uno per uno tutti i piccoli componenti del coro del 2° Circolo Didattico, che saranno prossimamente ospiti del Presidente della Repubblica per l’inaugurazione dell’anno scolastico.

    E’ successo all’inizio dello spettacolo “La Sicilia va in scena”, organizzato davanti al Tempio di Hera a Marinella di Selinunte, stracolmo di famiglie e turisti, circa mille persone che non hanno fatto mancare applausi a scena aperta durante tutto lo spettacolo.

    Uno dei momenti più toccanti il saluto di uno dei commissari del comune di Castelvetrano, Maria Concetta Musca, presente allo spettacolo. Chiamata sul palco subito dopo l'esibizione del coro, si è lanciata nel l'abbraccio dei singoli bambini, commossa dall'energia positiva che si era sprigionata sull'onda delle loro voci. Tutti hanno assistito a questo momento commovente che lei poi ha rimarcato nel suo saluto come "bisogno di condivisione e ringraziamento a chi sta rappresentando la parte migliore e le energie buone della nostra città".

    In una serata che ha puntato sulla speranza e l'orgoglio di appartenenza alla propria terra Mari Concetta Musca si è dichiarata felice di esserci, perché "la bellezza" ha dichiarato "si toccava con mano e dobbiamo partire tutti dalla consapevolezza di quanto di buono c'è intorno per costruire insieme ciò che di meglio potrà esserci per la nostra città".

    Un saluto conciso ma pregno di speranza e propositività per una città di cui si è professata profondamente innamorata per la bellezza, e di cui le stanno a cuore le sorti e i bisogni della sua gente.

    La “Sicilianità va in scena” ha avuto momenti di riflessione quando il presidente di Palma Vitae Giusy Agueli ha fatto un excursus storico della donna in Sicilia, prima mamma poi donna impegnata nel sociale e sostenere grandi battaglie fino a diventare simbolo della lotta alla mafia. Non sono mancati momenti collegati alla figura della donna nel secolo scorsi, con poesie lette da Sciupè e Carmela Gancitano che, accompagnati alla chitarra dal maestro Giuseppe Bianco, hanno offerto momenti di alta poesia ad un attento pubblico che non ha lesinato loro applausi.

    Alla fine l’Associazione Araba Fenice, che ha organizzato l’evento con la collaborazione dell’l’Associazione Palma vitae, ha presentato la commedia “Lu Catechismu”, scritta e diretta da Elio Indelicato, che per la serata dedicata alla donna è stata chiamata “La matri e la figghia”.

    Un'ora e passa di risate per la comicità dei vari attori protagonisti: Peppe Indelicato, Mimma Monachella, Lory Fontana, Nino Luppino, Salvatore Graffeo, Giuseppe Fontana, Sergio Signorello, Salvatore Bascio.

    Finalmente una commedia leggera dove si ride, ne avevamo bisogno”, il coro unanime alla fine dello spettacolo.

    La commedia verrà replicata giorno 22 alle 21,30 a Torretta Granitola.

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti