• maxoptical

Uova contaminate da Fipronil: cosa sapere prima di allarmarsi

di: Dr Fabio Bavetta - del 2017-08-29

Immagine articolo: Uova contaminate da Fipronil: cosa sapere prima di allarmarsi
  • La lampadina si è accesa qualche sera fa. Al telegiornale ascoltavo un’intervista ad un portavoce del Ministero della Salute sulla questione delle uova contaminate da Fipronil. La giornalista fece la domanda secca: “Cosa succede se uno mangia uova contaminate da Fipronil?”. La risposta, parola più parola meno, fu: “Le uova contaminate avevano un contenuto di Fipronil superiore a quello di legge… il prodotto è catalogato come moderatamente tossico… visto che non ci sono dati è bene attenzionare l’esposizione a questo prodotto, soprattutto a lungo termine…”.

    Non so voi, mai io non ho visto la risposta. E io, che sono un chimico farmaceutico, e come tutti i chimici sono una persona noiosa, di quelle che vanno a verificare fonti e dati, ho deciso di approfondire la faccenda.

    Secondo l’UE la quantità che può essere considerata senza effetti avversi nell’uomo è di 0.01 mg per kg di peso corporeo, cioè un uomo di 75 kg può assumere giornalmente senza alcun rischio 0,75 mg di Fipronil. Il limite ammesso negli alimenti è di 0.005 mg/kg di alimento. Le uova olandesi, quelle più contaminate, ne contenevano 0,72 mg/kg e quelle italiane (ebbene sì, è stato trovato Fipronil anche nelle uova italiane) 0,056 mg/kg.

    E allora, smettiamo di mangiare uova? Faccio per voi un altro calcolino e poi decidete voi.

    Le uova olandesi (le più contaminate) contenevano 0,72 mg/kg, ossia 0,04 mg/uovo (peso medio 60 g). Se mangiate un uovo olandese contaminato assumete quindi 0,04 mg di Fipronil. Per arrivare a 0,75 mg un adulto può assumere allora fino a 18 uova contaminate al giorno senza alcun rischio. Le uova italiane contenevano 0,056 mg/kg, ossia 0,003 mg/uovo (peso medio 60 g). Se mangiate un uovo italiano contaminato assumete quindi 0,003 mg di Fipronil. Per arrivare a 0,75 mg un adulto può assumere allora oltre 230 uova contaminate al giorno senza alcun rischio (!).

    Adesso è bene che sia chiaro anche un altro aspetto. Il Fipronil è quel principio attivo che spipettate sul collo dei vostri cani o gatti quando fate un trattamento anti-pulci e anti-zecche. Una fialetta di Frontline contiene 67 mg di Fipronil, ossia una quantità circa cento volte superiore a quella trovata in un chilo di uova olandesi, con la quale veniamo a contatto ogni volta che noi e i nostri figli carezziamo i nostri animali domestici. Il Fipronil, infatti, oltre che ingerito può essere assorbito anche attraverso la pelle. Chi non ha animali domestici si ricordi che il Fipronil lo mette in giardino contro le formiche e in casa contro gli scarafaggi. (WIRED, 16/08/17)

    Tiriamo le somme, da persone intelligenti. La frode c’è stata, i livelli di Fipronil nelle uova erano superiori ai limiti previsti per legge e, in quanto prodotti non conformi, quelle uova andavano ritirate dal commercio. Bene hanno fatto i NAS. Tuttavia, come è possibile verificare, i livelli di esposizione al contaminante attraverso le uova sono decisamente bassi o comunque non tali da generare allarmismi sul consumo di uova o derivati.

     

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti