• maxoptical

Tifosi ed ex dirigenti a lavoro per far rinascere la Folgore. La speranza si è riaccesa

di: Elio Indelicato - del 2017-08-05

Immagine articolo: Tifosi ed ex dirigenti a lavoro per far rinascere la Folgore. La speranza si è riaccesa
  • I tifosi a gran voce chiedono che la Folgore non scompaia e che partecipi ad un campionato che conti. Svanita la serie D, per i noti motivi legali alla precedente gestione della Società, un gruppo di persone tra i quali ex presidenti, professionisti, piccoli imprenditori stanno cercando di salvare il salvabile.

    Ieri sera c’è stata una riunione in tal senso tra un bel gruppo di tifosi e alcuni ex dirigenti per creare una cordata seria che possa fare ripartire la Folgore verso quel traguardo che aveva raggiunto. Gaspare Bongiovanni, uno sportivo, era presente alla riunione: "Mi sono accorto di quanto questi tifosi amino la Folgore. In una serata afosa erano presenti in un buon numero per chiedere a queste persone che facciano di tutto per fare ripartire il calcio dopo l’infausta decisione di non iscrivere la Folgore alla IV Serie".

    Parlare di nomi o di cordata è ancora presto, ma pare che si voglia creare una nuova società sempre Folgore sulla scia della Folgore 1942, che abbia tutte le carte in regola e i requisiti per ripartire dal Campionato di Promozione. Ciò farebbe felici anche tanti sportivi pronti a sottoscrivere l’abbonamento e tanti anche piccoli imprenditori disposti a sostenere la nuova società.

    Per la cronaca l’ex presidente della D “non giocata”, Gaspare Raineri, ha dato la sua disponibilità alla cessione gratuita del titolo a questa nuova cordata, che non si sa se sia interessata a rilevarlo, probabilmente per non entrare in contatto con eventuali creditori della passata stagione. Se questa cordata troverà al più presto un presidente allora è ipotizzabile una ripartenza.

    Pare che sotto traccia si stia lavorando anche per trovare un allenatore che si intesti un progetto serio senza spese folli per cercare di risalire la china e ritornare al più presto quanto meno nel campionato di Eccellenza. Pare che qualche ex dirigente, non di Castelvetrano, abbia dato la sua disponibilità a ritornare a dare il suo contributo di esperienza per la causa Folgore, società alla quale lo stesso rimane fortemente legato dopo, afferma, "un’annata meravigliosa".

    I tifosi dal canto loro continuano a sognare di fare rullare i tamburi nella storica curva nord e sperano che il commissario possa fare loro questo regalo e rimuovere qualche piccolo ostacolo per riaprirla. Purtroppo resta cocente la delusione di una intera città per un titolo conquistato e svanito nel nulla. Titolo che, dice sempre l’ex presidente, "non avrei mai venduto ad altre società che mi avevano promesso di cambiarlo con l’Eccellenza”.

    Con il senno del poi ci poteva anche stare, alla luce delle note vicende, ma lo stesso Raineri sperava nel miracolo dell’ultima ora, trovare quella fideiussione che gli avrebbe permesso di ripartire con il nuovo allenatore e direttore sportivo, già “arruolati”. Ma i miracoli nel calcio non si ripetono e se magari, senza nulla togliere ai meriti di Raineri che ha portato la Folgore dalla Promozione alla D, si fosse dimesso all’indomani di Cervinara, probabilmente si sarebbe trovato un nuovo presidente e una nuova cordata.

    Questo non lo si saprà mai ma almeno si poteva fare il tentativo in tal senso. In ogni caso, Gaspare Raineri con le sue dimissione se ne sarebbe uscito da vincitore, visto che lo stesso non avrebbe potuto garantire economicamente da solo la D.

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti